Richiedi POS Easy a canone con 6 mesi gratis! Scopri la promo

Richiedi POS Easy a canone con 6 mesi gratis! Scopri la promo

axerve_logo

Soluzioni Punto Vendita

Gli strumenti di pagamento per gestire al meglio il tuo negozio.
Scopri di più

Soluzioni Ecommerce

Axerve Ecommerce Solutions, il gateway di pagamento numero uno in Italia.
Scopri di più

Soluzioni Omnichannel

Le nostre soluzioni studiate e sviluppate per integrare i canali fisici e online.
Scopri di più

Reclami e ricorsi

Per richieste amministrative e di assistenza

Per richieste amministrative (es. Conteggi competenze periodiche POS/Ecommerce, Ritardo nell’aggancio SEPA e conseguenti mancati addebiti sulle fatture) e di assistenza (es. Installazione e assistenza POS) fai esclusivamente riferimento alla nostra sezione Assistenza o compila il form dedicato, in quanto la presente sezione è dedicata a problematiche non di competenza dell’ufficio amministrativo.

Presentare un reclamo

Come presentare un reclamo

Puoi presentare un reclamo ad Axerve S.p.A. attraverso i seguenti canali di comunicazione:

Form

E-mail

PEC

Posta

Axerve S.p.A. – Ufficio Reclami, Via Corradino Sella 10, 13900 Biella (BI).

Form

E-mail

PEC

Posta

Axerve S.p.A. – Ufficio Reclami, Via Corradino Sella 10, 13900 Biella (BI).

Tempi di risposta

Axerve S.p.A., nel promuovere un processo di gestione dei reclami conforme alle previsioni normative, si impegna a garantire:

  • Tempi massimi di risposta non superiori alle 15 giornate lavorative dalla ricezione dei reclami relativi a prodotti e servizi che riguardano la prestazione di “servizi di pagamento ” per i quali la Società ha ricevuto apposita autorizzazione dall’Autorità di Vigilanza. Qualora, in situazioni eccezionali e per motivi indipendenti dalla propria volontà, la Società non fosse in grado di rispettare tale termine è tenuta ad inviare al cliente una risposta interlocutoria, indicando in modo chiaro le ragioni del ritardo e specificando il termine entro il quale il cliente otterrà una risposta definitiva. Axerve si impegna tuttavia a rispondere tempestivamente e comunque entro 30 giorni dal ricevimento del reclamo, mantenendo invariate le attuali tempistiche.
  • Tempi massimi di risposta non superiori alle 30 giornate dalla ricezione di reclami relativi ad altri prodotti e servizi offerti alla clientela.
Per fornire un servizio ottimale il nostro sito utilizza tecnologie non supportate dal tuo browser. Abilita Javascript o utilizza un altro browser per contattarci tramite il form.

Altre modalità - ricorsi e mediazione

Altre modalità - ricorsi e mediazione (Servizio Ecommerce - Payment Facilitator)

Nel caso in cui non sia soddisfatto delle risposte fornite da Axerve o non ne abbia ricevute ti ricordiamo che, in base alla vigente normativa, hai la possibilità di rivolgerti a:

Arbitrato Bancario Finanziario (ABF):
L’ABF è un sistema stragiudiziale di risoluzione delle controversie che offre un’alternativa più semplice, rapida ed economica, rispetto al ricorso al Giudice. È un organismo indipendente e imparziale che decide - in pochi mesi - chi ha ragione e chi ha torto.

Per informazioni su questo sistema puoi:
- consultare il sito www.arbitrobancariofinanziario.it
- consultare la guida "ABF in parole semplici" in formato pdf

Conciliatore Bancario Finanziario (anche in assenza di preventivo reclamo):
Il Conciliatore Bancario Finanziario è un’associazione che offre vari modi per affrontare e risolvere le questioni tra gli intermediari bancari/ finanziari e la loro clientela.

Puoi rivolgerti a questo organismo, ad esempio, nel caso in cui scegliessi di affidare la controversia ad un terzo indipendente, chiamato “mediatore” (il quale verrà scelto dall’organismo del Conciliatore Bancario Finanziario), che avrà il compito di agevolare il tentativo delle parti di raggiungere un accordo spontaneo.

Per informazioni su questi sistemi puoi:
- consultare il sito www.conciliatorebancario.it
- inviare un'e-mail all'indirizzo associazione@conciliatorebancario.it

Ti segnaliamo che è obbligatorio, prima di agire in giudizio, esperire il “tentativo di mediazione”, cioè chiamare la controparte di fronte ad uno degli organismi di mediazione iscritti nell’apposito Albo e tentare così di raggiungere un accordo spontaneo. Ad esempio, possono essere utilizzati per svolgere tale “tentativo di mediazione” obbligatorio, i sopra citati ABF, Conciliatore Bancario Finanziario e ogni altro organismo riconosciuto dal Ministero della Giustizia.